CONSIGLIO PARROCCHIALE PER GLI AFFARI ECONOMICI

 

Il Consiglio per gli affari economici è lo strumento di partecipazione per la cura pastorale dei beni e delle attività parrocchiali. È obbligatorio in ogni parrocchia (can.537) come aiuto al parroco per la sua responsabilità amministrativa".

 

Il Consiglio per gli affari economici della parrocchia ha i seguenti compiti:

 

a) coadiuvare il parroco nel predisporre il bilancio preventivo dell'amministrazione ordinaria e straordinaria della parrocchia, elencando le voci di spesa prevedibili per i vari settori di attività e individuando i relativi mezzi di copertura;

 

b) approvare alla fine di ciascun esercizio il rendiconto consuntivo;

 

c) verificare periodicamente la corretta attuazione delle previsioni di bilancio;

 

d) esprimere il parere sugli atti di straordinaria amministrazione; tale parere dovrà essere allegato alle domande di autorizzazione presentate all'Ordinario;

e) curare l'aggiornamento annuale dello stato patrimoniale della parrocchia, il deposito dei relativi atti e documenti presso la Curia diocesana (can. 1284, § 2) e l'ordinata archiviazione delle copie negli uffici parrocchiali;

 

f) collaborare con il parroco nell'attuazione di tutte le altre normative e indicazioni circa i beni economici della parrocchia, contenute nella normativa canonica concordataria e civile.

 

Poteri e responsabilità del Consiglio.

 

Ferma restando, in ogni caso, la legale rappresentanza della parrocchia che in tutti i negozi giuridici spetta al parroco, il quale è amministratore di tutti i beni parrocchiali a norma del can. 532, "il Consiglio per gli affari economici è moralmente responsabile con il parroco davanti alla comunità parrocchiale del corretto e puntuale assolvimento di tutti gli adempimenti e delle obbligazioni che, per diritto canonico o norma civile, sono poste a capo della parrocchia".

Per tale motivo il Consiglio per gli affari economici non ha una semplice funzione consultiva, ma esprime la collaborazione responsabile dei fedeli nella gestione amministrativa della parrocchia in conformità al can. 212, § 3. Il parroco, pertanto, ne ricercherà e ne ascolterà attentamente il parere, e ne userà come valido strumento per l'amministrazione della parrocchia.

 

Composizione

Il Consiglio per gli affari economici è composto, oltre che dal parroco, da sei fedeli laici, nominati dall’Ordinario diocesano, su proposta del Parroco.

Risulta così composto:

Mazzocato mons. Pierluigi, parroco – presidente

Bonutti Otello, Cantarutti Giannino, Corubolo Paolo, Giacomello Fiorello, Marsico Giovanni, Rollo Marcello, Zanussi Giacomo.